Hai rotto il cazzo con questi post lunghi un milione di parole

Se John Wayne ci ha insegnato qualcosa, ci ha insegnato che i veri uomini non parlano mai troppo. E che uccidere gli indiani a fucilate è giusto.

BEYONCE’ – 4

L’ultimo di Beyoncé ha preso 8 su Pitchfork. Come comprare il dvd di Cicciolina e Moana ai Mondiali e trovarsi dentro un monologo di Saviano.

CLAMS CASINO – INSTRUMENTAL MIXTAPE

Clams Casino, oltre ad essere un piatto di vongole, è anche un giovane nerd che fa le basi per omoni di colore scuro tipo Soulja Boy e Lil B, quella roba che quando passa su MTV cambiate canale o vi concentrate sul pallone da basket. Un bel giorno esce dalla cameretta, la mamma gli fa i complimenti, la nostra vongola del New Jersey si emoziona e pensa bene che di dare al mondo le sue creazioni, in un mixtape che si trova in download gratuito un po’ ovunque: sui siti intelligenti dicono che assomigli un po’ a J Dilla, un po’ a Burial. Poi lo intervistano e lui risponde di non averli mai sentiti. Respect.

KORN – GET UP (FEAT. SKRILLEX)

Come Britney Spears, anche un Jonathan Davis alla canna del gas cerca di stare a galla, assoldando la new sensation  Skrillex per cavalcare l’onda dubstep-brostep-drumstep. Peccato che in questo caso non ci siano neppure le tette di plastica di Britney a tirarci su un po’ il cazzo.

BJÖRK – CRYSTALLINE

A noi i sassi non ci sono mai piaciuti. Sono troppo fermi. Però lei fa sempre e comunque voglia di amare tutti, pure le zanzare tigre e le donne molto grasse, e quel finale che pare uscito da Rossz Csillag Alatt Született fa venire la bavetta agli angoli della bocca, quel fenomeno che, come ci spiega Wikipedia, succede spesso anche a Walter Alfredo Novellino.

Annunci